Il visto è un’autorizzazione rilasciata dall’ufficio consolare di un paese per consentire a un cittadino straniero di entrare e soggiornare nel paese legalmente. È importante verificare se ha bisogno di un visto per poter visitare il paese desiderato.

Non tutti i paesi hanno bisogno di un visto perché un cittadino straniero possa entrare e soggiornare nel paese. Dipende dal paese di origine e dal paese di destinazione. Negli Stati Uniti, per esempio, esistono determinati requisiti in materia di immigrazione (visto) in quei casi in cui il volo fa uno scalo o un collegamento negli Stati Uniti ma la destinazione finale è un altro paese.

Lo spazio Schengen nasce da un accordo firmato nel 1985 (Accordo Schengen), attraverso il quale le frontiere interne o comuni vengono eliminate, permettendo ai viaggiatori la libera circolazione in quella zona senza dover mostrare i loro passaporti. È composto da 26 paesi europei: Austria, Belgio, Danimarca, Spagna, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia, Svezia e Svizzera.

Expediatur raccomanda di realizzare la richiesta almeno 15 giorni prima della partenza. In questo modo, diminuisce la possibilità che qualsiasi problema nella gestione della richiesta, possa influire nell’emissione del visto per la data richiesta.

Alcuni paesi lo consentono. Indipendentemente dal fatto che questo sia permesso nel paese di arrivo, Expediatur raccomanda di organizzare un visto prima di partire per evitare ritardi o che non venga concesso l’ingresso nel paese.

La maggior parte dei paesi richiedono una validità di 6 mesi dalla data di rilascio del visto. Se il passaporto scade prima, è necessario rinnovarlo.

No. Ci sono diversi tipi di visti che variano secondo il paese di arrivo, la durata e il motivo. I visti più comuni sono di transito, di turismo, di lavoro, di studio, d’affari, di giornalista, d’ artista, d’ingresso, d’uscita, ecc

La validità si riferisce alla data di scadenza del visto. La durata, si riferisce alla massima permanenza ammessa nel paese a seconda del tipo di visto. Per esempio: posso avere un visto turistico per gli Stati Uniti con una validità di 10 anni, ma la durata, vale a dire il tempo che posso rimanere negli Stati Uniti come un turista è di 6 mesi.

Nella maggior parte dei paesi il visto è un timbro o un adesivo che si mette ad una pagina vuota di un passaporto;ci sono alcune eccezioni.

Alcuni paesi, per emettere un visto, richiedono per determinate malattie il certificato delle vaccinazioni. Questo dipende dal paese di arrivo, ma non esiste uno standard comune per tutti i paesi.

È un’assicurazione che rimborsa o copre alcune spese del viaggio, di fronte ad una situazione di emergenza (morte, malattie, scioperi delle linee aeree, ecc..) se questo succede prima o durante il viaggio causando la cancellazione, interruzione o ritardo. Generalmente include molti benefici come le Spese Mediche, Cancellazione, Interruzione o Ritardo del Viaggio, Evacuazione Medica di Emergenza, Rimpatrio, Perdita o ritardo dei Bagagli o Effetti Personali, Protezione del volo, Servizio di Assistenza durante il Viaggio, ecc

Generalmente non è obbligatorio anche se alcuni paesi che richiedono ai viaggiatori di stipulare un’assicurazione per poter ottener un visto o per poter entrare nel loro territorio (richiedono almeno assicurazione medica e di infortuni). Expediatur consiglia di viaggiare sempre con un’assicurazione di viaggio con copertura internazionale.

In genelare il visto si richiede nel paese di residenza, pero questo dipende dalla destinazione.